La foto delle anime morte

Girano milioni di foto, belle, brutte ovvie, banali, inutili. Ma qualche volta uno scatto preso per caso o inconsapevolmente fa storia. Eccola l’immagine scattata con un telefonino dell’incontro al vertice tra il premier e i tre leader dei partiti che lo sostengono: facce di ieri, facce che condizionano un presente avvilito e arrogante, ma che già hanno il sapore del passato remoto. Epigoni di un’era.

Ecco Casini, colto durante la trasformazione da dottor Jekyll in mister Hyde, solo un effetto del sorriso forzato e declinante verso la senilità perché l’uomo  è al di sotto del bene e del male, un astuto politicante cui fu grazia e fortuna la mancanza di idee così limpida e insolente che gli ha concesso una grande capacità manovriera.

Ed ecco Angelino, ambasciatore di Silvio, che trasporta il suo quid di ricatti a cui non si può dire di no. Sembra in posa ufficiale , anche se con qualche imbarazzo, come a segnalare che lui è solo una pedina del monopoli, sta lì per altri, per il vero giocatore.

Ed ecco Bersani, stanco, ma con quell’aria un po’ sorniona che ormai è l’unica ammessa nel Pd proprio perché non esprime alcuna direzione. E può essere interpretata come consenso, come dissenso, come resa alla necessità. O, secondo un’ermeneutica più sofisticata, come non so che cazzo fare.

E infine Monti sullo sfondo immobile come un camaleonte, rigido come un pupazzo. Potrebbe anche essere una sagoma di cartone o un elemento di tappezzeria. E a risalirne la carriera di “rappresentante”, di uomo per tutte le stagioni e per nessuna, si capisce che è colto nella sua realtà essenziale.

Potrebbero essere le anime morte evocate in una seduta spiritica, la sala è in realtà vuota anche se si sentono battere colpi di macelleria e di inquità,  ma solo il medium può vederli convincendo se stesso che c’è vita oltre la morte e noi che c’è morte in ciò che appare vivo.

Ma più plasticamente è’ come l’immagine della risacca dopo la marea del berlusconismo: conchiglie e alghe sparse sulla sabbia, qualcosa che non vuole morire, ma che già emana quell’odore pungente e caratteristico. La coda peggiore di un’epoca. E anche se i media dicono, come le mamme di una volta, di respirare a pieni polmoni perché “fa bene”, abbiamo troppi anni per crederci davvero e ahimé  troppa rassegnazione per smetterla di far finta di crederci.

 

About these ads

Informazioni su ilsimplicissimus

Chi ha un perché per vivere, può sopportare tutti i come. Vedi tutti gli articoli di ilsimplicissimus

27 responses to “La foto delle anime morte

  • MANLIO PAPA

    E’ questo il futuro politico che incombe ??? :-((((

    Mi piace

  • umberto

    non capisco il benchè minimo motivo per cui un italiano dovrebbe continuare a votare ste mummie che ci hanno ridotto in questo stato.

    Mi piace

  • Anonimo

    e pur li votano

    Mi piace

  • Anonimo

    sono le peggiori merde umane,colpa anche di chi li ha votati

    Mi piace

  • free@tiscali.it

    nome del quadro ……pensiero unico e democrazia morta

    Mi piace

  • orazio

    ancelino e stato proposto da silvio, onde deve esequire ordini, che vencono dai potendi della sicilia, il resto nn valgono un cazzo.

    Mi piace

  • intillima

    Che cappero ha Casini da ridere?
    E perchè si tiene il pacco?

    Mi piace

  • gandhi

    per anonimo delle 12,54…

    a ben vedere ben pochi li hanno votati, e a ben vedere con le leggi elettorali che si sono successe in Italia sin dal 1993 ben poco si può parlare di democrazia e di elezioni democratiche come si dice qui sopra nei link che ho postato…

    Mi piace

  • mariaserena peterlin

    sembrano i parenti della famiglia Adams

    Mi piace

  • eva

    Manca Napolitano.
    Forse è già invisibile, forse già divino.
    Ma incombe, come incombe!

    Manca Berlusconi.
    A lui non è richiesto di essere divino per incombere su Monti.

    Mi piace

  • strangethelost

    Che disgusto che provo a vedere questa specie di orrori umani !!
    Ma quello scemo e banderuolo di casini che minchia ha da ridere ? E perchè si sta toccando,ha paura che glielo rubino??

    Mi piace

  • Salvatore Totò Santamaria

    Ufficialmente hanno cominciato a magnà dal 17 marzo del 1861!

    quelli del cosiddetto risorgimento: PRENAZISTI ed AVAN-TURCHI!

    LADRI: >>> 44,23 milioni di Ducati/oro + 30 mln. Ducati/oro (del tesoro dei Borbone di Napoli) OGGI equivalgono a circa 1.500 miliardi degli stramaledettissimi euro. E questo soltanto per la quota capitale in contanti. Aggiungendo anche il MILIARDO (1.000.000.000) del circolante bancario -ante 1860- del Banco di Napoli ed del Banco di Sicilia si arriva ad altri 20.000 MILIARDI di €. Cifre ampiamente documentate, come capitali iniziali 74,23 mln.+1.000 mln, poi rivalutati attuarialmente e caricati di un interesse semplice al 2%!

    ASSASSINI: >>> 1,3 MILIONI di morti dal 17 marzo 1861 al 1875 fatti dai savoja con una GUERRA COLONIALE scatenata per stabilizzare la conquista dei territori dell’ex-Regno delle Due Sicilie.

    vittorio em., cugino di 1° grado di Francesco II di Borbone, negò la restituzione dei 30 mln. di Du/au ai legittimi proprietari: Francesco II e Maria Sofia di Baviera.

    >>> 17 marzo, giorno della caduta di Gaeta e della fine del REGNO DELLE DUE SICILIE!

    Io non festeggio sul sangue dei miei Antenati!
    VIVA Francesco II! VIVA Maria Sofia di Baviera! ABBASSO i savoja…

    Mi piace

  • Sebastiana Impennisi

    Certo che guardando questa foto, viene subito la voglia di fare le valigie e andarsene senza meta, perchè qualsiasi posto del mondo, è migliore di questo, per come ce lo hanno ridotto!!!!!!!!!!!

    Mi piace

  • studentslaw

    Reblogged this on Su Seddoresu.

    Mi piace

  • Winston Carroll

    Manca ancora qualcuno. I vampiri non appaiono nelle foto.

    Mi piace

  • massimo

    la foto giusta per la loro unica lapide !!!!!!!

    Mi piace

  • Anonimo

    Bell’articolo, leggibile e ficcante, mi piace molto la frase finale. Ricordo che Casini propose nelle sue liste alle scorse elezioni un figlio di re (minuscolo) che aveva tentato una mega estorsione ai danni dell’Italia. Non hanno (tutti e due) ancor chiesto scusa agli Italiani. Per gli altri avete già ben detto (bersani, vendola, veltroni & Co: inutili chiacchieroni; beluscao, alamano, finu, scaiolo & Co: orate per noi (ritirate anche in casa le figlie) e il resto della “banda” dei novecento “romani” e delle migliaia altrove in regioni, provincie, ecc: POVERI NOI ! …non è sufficente NON andare a votare, occorre fare di più, solo che è molto difficile e impegnativo.

    Mi piace

  • Marcello Pantini

    Speriamo presto nella legge elettorale che ci permetta di scegliere cosi casini si attaccherà lui al cazzo!

    Mi piace

  • giovanni

    speriamo di cacciare al piu’ presto loro ed i loro amici

    Mi piace

  • Anonimo

    ridono perche sono pronti per metterlo nel culo al popolo nei prossimi 40 anni.popolo bue!!!!

    Mi piace

  • Agostinoantonio

    E spero che il popolo ITALIANO si svegli se no faremo la fine dei topi .i nostri figli non avranno nessuna pensione .E qusti farabbutti ,.sono in pensione a 49 Anni con uno stipendio da favola E NOI PAGHIAMO SVEGLIA ITALIANI ,,,,,,,,,,,,,,,,,

    Mi piace

  • paolo paruzzolo

    ma, non capisco,tutti ad insultare,chi si è preso in mano la patata bollente,io vorrei vedere la foto dichi avete votato voi

    Mi piace

  • Anonimo

    altro che patata…questi hanno preso “la bistecca”……….e se gli hai votati tu….gliela paghi anche……..
    quest’anno Silvio ha fatturato 8 milioni di euro più dell’anno scorso…..mentre ci diceva di fare economia…….altro che patate.

    Mi piace

  • max9000

    OGGI HO LETTO SULLA STAMPA CHE IL WEB SAREBBE LA QUINTA POTENZA MONDIALE.BENE. MA CHI HA L’INTERUTTORE….?……E ALLORA…….!!!

    Mi piace

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 7.869 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: