Corruzione: tutto slitta a dopo le urne

Come volevasi dimostrare mentre il governo ha una fretta dannata di distruggere le tutele del lavoro, se la prende invece molto calma con la corruzione. Tre settimane fa la Severino disse che i provvedimenti anti corruzione sarebbero stati il suo unico pensiero e il fatto che si volesse derubricare il reato di concussione facevano pensare che effettivamente il ministro se ne stesse occupando a tempo pieno e non solo a contratto. Anche con la geniale trovata di renderla penalmente irrilevante e di stroncare le intercettazioni per evitare anche quelle indagini pallose che non si sa mai a cosa portano.

Certo un altro bel peso in capo ai partiti che votano senza se, senza ma e senza testa, ma adesso si apprende che probabilmente l’esame del dll sarà rinviato a dopo le elezioni amministrative, durante le quali tutti potranno fare finta di avere l’unico scopo nella vita di debellare la corruzione. Soprattutto i corrotti. Poi passata la tornata, gabbato l’elettore.

Ma probabilmente questa è solo un’indebita malizia. Forse il ministro Severino pensa molto lentamente, forse non si vuole correre il rischio di ostacolare la festa all’articolo 18, forse si vuole dare tempo ai corrotti di pentirsi o  si attende l’enciclica Sollicitudo Silvii atque comitatus miraculi. Fatto sta che  i presidenti delle commissioni Affari Costituzionali e Giustizia della Camera scriveranno al governo per chiedere lumi sul verminaio che già s’intuisce.

Alla fine vuoi vedere che l’unica cosa che effettivamente ci chiede l’Europa non sarà fatta? Anzi dal momento che ci siamo possiamo immaginare una soluzione  che forse al governo e ai suoi sostenitori non dispiacerà: applichiamo l’articolo 18 non a chi lavora ma a corrotti e corruttori, giusto per ristabilire un minimo di equità.Niente licenziamento senza ingiusta causa.

About these ads

Informazioni su ilsimplicissimus

Chi ha un perché per vivere, può sopportare tutti i come. Vedi tutti gli articoli di ilsimplicissimus

3 responses to “Corruzione: tutto slitta a dopo le urne

  • max9000

    SI MA TANTO SI ERA GIA’ CAPITO DA QUANDO NON HANNO MESSO MANO ALLA PATRIMONIALE.CANE NON MANGIA CANE,QUESTI VOGLIONO FARE SCHIATTARE I POVERACCI.CON LA COMPLICITA’ DI QUELLI CHE INVECE SI ERGONO A DIFESA DEI DEBOLI.HO TANTA FIDUCIA NEL POPOLO PERCHE’ SE VORRA’ LI MANDERA’ TUTTI A CASA.

    Mi piace

  • cordialdo

    Anche lor signori sono “delinquenti in giacca e cravatta”! Appartengono alla stessa razza di chi ci ha governato per 18 anni con il compito di ripianare a nostro danno i guasti del governo precedente.
    Ma se fossimo veramente un “Popolo” a quest’ora se la sarebbero data a gambe levate.
    In passato siamo scesi in piazza spontaneamente per molto meno. Quelli che hanno i capelli grigi come me, ricorderanno quanto è durato il governo Tambroni che aveva formato una maggioranza con i fascisti. Poi fece la stessa cosa Berlusconi che li portò addirittura al governo e non successe più nulla.
    Aveva vinto l’assuefazione!

    Mi piace

  • Stella Alfredo

    Purtroppo questo governo di tecnici ci aveva fatto illudere,mà al di fuori della forma è la continuazione del governo Berlusconi che vergognandosi di fare quello che sta facendo Monti ha fatto finta di dare le dimissioni,infatti niente patrimoniale,abolizione dell’Art 18,abolizione della concussione,ecc..ecc…,tutte cose che stanno a cuore a Silvio,anchio ho i capelli grigi + bianche che grigi e mi piacerebbe farci sentire come allora, xò a vinto l’assuefazione,ora il popolo potra dare un 1°segnale alle amministrative x poi dare il colpo di grazia alle politiche,sperando che questo popolo (come lo defisce Baglioni in una sua canzone di tanti anni fà)si svegli….!!!!!

    Mi piace

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 7.868 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: